Il Cullinan, il diamante grezzo dal peso di 3106 carati, fu la pietra che incantò il mondo e fece brillare gli occhi di tutte le case reali.

Scoperto nel 1905 in Sud Africa, nella miniera di Sir Thomas Cullinan, da cui prese il nome, venne comprato dal governo inglese per 150.000 sterline e regalato al re Edoardo VII per il suo 66esimo compleanno.

La pietra però presentava un grosso problema, aveva una profonda inclusione al centro, per cui doveva essere tagliata per ottenere una qualità migliore. Per questa operazione il re si rivolse ai migliori intagliatori di allora, i fratelli Assher di Amsterdam. Si narra che la pietra fu scortata in Olanda a bordo di un caccia torpediniere sotto scorta dell’esercito.

Nel loro laboratorio i fratelli Assher poterono anche fare un ‘analisi più approfondita della pietra che risultò di una purezza unica e quasi perfetta, e le fu assegnato così anche il più alto punteggio nel colore.

Il 10 febbraio 1908 il diamante venne tagliato davanti al re: la pietra era talmente dura che al primo tentativo la lama si spezzò; il secondo taglio riuscì e la pietra venne divisa in due parti, da cui poi se ne ricavarono 7 gemme principali (i Cullinan primo, secondo, terzo, ecc) e altre 98 più piccole a taglio brillante.

Il diamante più grande è quello a goccia, ribattezzato Cullinan I o Stella d,Africa, del peso di 530,2 carati, che adesso è incastonato sullo scettro di Sant’Edoardo. Il Cullinan II, di 317,4 carati, è montato sulla corona imperiale di Stato usata dai regnanti inglesi per la cerimonia ufficiale dell’incoronazione. Il terzo e il quarto risplendono su una meravigliosa spilla spesso indossata dalla Regina nelle cerimonie ufficiali.

Tutti questi meravigliosi gioielli sono ovviamente custoditi nel tesoro reale della Torre di Londra.