73 anni di matrimonio, suggellati con magnifici gioielli, pezzi unici e alcuni disegnati personalmente dal Principe Filippo per la sua amata “piccola Lilibeth”, la Regina Elisabetta II.

E’ il 1939 quando una giovane Elisabetta, di soli 13 anni, incontra per la prima volta il cadetto Filippo in occasione del Britannia Royal Naval College. La tata reale racconta di quel momento come di un amore a prima vista.

Durante una delle licenze di guerra, i due innamorati si incontrano e lui le dona una spilla di diamanti a forma di distintivo della marina militare, forgiata dal gioielliere dei corte Garrard.

Il giorno dell’annuncio ufficiale del fidanzamento, il 10 luglio 1947, al dito della futura regina appare il solitario di 3 carati che il Principe stesso ha disegnato in ogni minimo dettaglio. La pietra faceva parte del prezioso tesoro reale dei Romanov, e apparteneva alla madre del Principe, Alice di Battenberg. L’orefice Philip Antrobus la monta in platino e diamanti.

Oltre all’anello, in quell’occasione Elisabetta riceve una collana a due fili di perle, la spilla Diamond Clematis e un bracciale, anche questo disegnato dallo stesso Filippo in stile Dèco e realizzato sempre da Antrobus, storico gioielliere londinese di Bond Street. Ribattezzato poi Edinburgh Wedding Bracelet, è caratterizzato da diamanti incastonati a pavè su una struttura in platino. La particolarità risiede in due gemme appartenute ai Romanov, provenienti dalla tiara della principessa Alice di Battenberg che a sua volta le aveva ricevute in dono per le sue nozze dallo zar Nicola II.

Nel 1952 Filippo regala alla consorte un bracciale per festeggiare i 5 anni di matrimonio: è un pezzo realizzato da Boucheron sempre su disegno del duca di Edinburgo, arricchito di zaffiri e rubini montati su oro. Gli ornamenti presentano un significato molto originale: incorpora infatti il cifrario comune della coppia, così come il distintivo navale di Filippo e le rose araldiche.

Nel 1966 Andrew Grima partecipa e vince all’Edinburgh’s Prize for Elegant Design, il premio di design voluto dal Principe Filippo nel ’59 per rilanciare l’innovazione inglese post-bellica. La collezione di gioielli artigianali disegnata per HJ Co è considerata  così audace  ed originale tanto da colpire l’attenzione reale: Filippo acquista la spilla in oro con rubini e diamanti diventata poi famosa come Ruby Venus. La regina l’ha indossata in occasione del 70esimo anniversario di matrimonio.