Le croci nel XIX secolo sono tra i soggetti più presenti nella gioielleria femminile; in particolare si amava indossarle come ciondoli, appese a collane elaborate o portate con semplici nastri neri in velluto, i cosidetti “chocker”. Questi nastri, con l’approfondirsi delle scollature nel periodo vittoriano, rappresentano un ornamento semplice e assai diffuso, spesso impreziosito da pendenti più o meno elaborati, tra cui appunto i cammei e le croci.